Google+

ADOLESCENTI E INTERNET- MIP 4- Conferenza 25 maggio 2011, Sala Polivalente, via Faenza 4, 40100 Bologna

25/05/2011
Dalle 21,00 alle 23,00
Via Faenza 4, Quartiere Savena Bologna (BO)

Organizzatori: Dott.ssa Maria Letizia Rotolo

Conduttori: Rotolo Maria Letizia Masoni Enrico

Adolescenti ed Internet

Tel. 3286852606 Tel. 051300570

Conferenza

Sommario: Adolescenza: La crisi, il corpo che cambia, la comparsa della sessualità, i conflitti che emergono ad integrazione dell’aggressività,. Adolescenza ed internet:prevenzione ed internet, rischi, ricerche internazionali, il parental control,
Parole chiave: Adolescenza, internet, rischio, prevenzione

email: marialetizia.rotolo@hotmail.it
email: leti69bo@live.it
100 posti

L’iniziativa avrà luogo con un minimo di 1 prenotazioni.

Descrizione dell’iniziativa e informazioni supplementari

L’adolescenza viene spesso vista come un periodo di crisi. Per quanto riguarda questo termine è necessario un chiarimento, in quanto le crisi sono tappe di squilibrio transitorio, di fronte alle quali bisogna trovare un nuovo equilibrio, la ricerca di questo equilibrio mette in gioco le potenzialità dell’individuo e permette una nuova espansione. Raramente l’esito è rappresentato da un fallimento legato ad un riassestamento, ad un livello regressivo rispetto a quello precedente, oppure l’insorgere di sintomi clinici. La crisi dell’adolescenza è evidente, legata alla realtà dei cambiamenti della pubertà e del corpo sessuato. Tuttavia la maggior parte degli adolescenti vive questo periodo senza blocchi; ossia l’instabilità, i momenti di depressione ed euforia, le tendenze all’agire ed al non agire rappresentano un insieme di problemi legati alla situazione e scompaiono senza lasciare conseguenze
Per quanto riguarda l’uso di Internet- Gli adolescenti sono sempre più immersi nella società ipertecnologica in cui stanno crescendo, tanto che il 97% di loro dichiara di possedere un computer, e il 51% dichiara di collegarsi ad internet tutti i giorni. Abilissimi quindi nel far uso della rete sia per studiare sia, soprattutto, per intessere e mantenere rapporti sociali, amano chattare e usare messenger (oltre il 75%), frequentano abitualmente YouTube (l’80%) e possiedono un proprio blog (il 41%). Per gli adolescenti, navigare sul web implica naturalmente l’uso di Facebook, che i ragazzi usano come mezzo per trovare nuovi amici, ma soprattutto per diventare popolari. Nella competizione ad avere più amici degli altri, si cercano i profili anche di persone sconosciute, ma solo alla condizione che questi nuovi, potenziali amici siano “fighi”. Con la ricerca di nuovi contatti sociali, cresce la disponibilità dei ragazzini a concedere molto del loro privato ad emeriti sconosciuti incontrati sul web, e, anche se per la maggior parte dei casi si tratta di altri adolescenti, è comunque preoccupante il fatto che gli adolescenti siano così disinvolti a parlare di sé, a dare il proprio numero di cellulare e a mostrare immagini che li riguardano, nell’ambito di contatti spesso molto superficiali con persone sconosciute. Tutto ciò comporta quindi molto rischi. Quali sono i maggiori rischi a cui si sottopongono gli adolescenti nell’uso sconsiderato di Internet? Verranno elencate una serie di ricerche. Inoltre si tratterrà dei parental control necessari per monitorare da parte dei genitori l’attività dei figli adolescenti sui social network e su internet

,

Lascia il tuo commento